oggi a Milano, 19 gennaio

Buongiorno a tutti!

Sugli ospedali il primo scontro delle Regionali: la polemica nasce dall’incontro organizzato per il candidato governatore del centrodestra Attilio Fontana al policlinico San Matteo di Pavia. Negli ospedali, infatti, non possono entrare tutti: a Giorgio Gori un mese fa, era stata impedita una visita all’ospedale Morelli. In quell’occasione l’assessore alla sanità Gallera l’aveva bacchettato dichiarando: “Gli ospedali sono luoghi di cura, non si fanno passerelle elettorali“. Per il San Matteo, evidentemente, il principio non vale. A firmare la mail di invito a Fontana è stato proprio il direttore generale del San Matteo Nunzio Del Sorbo, considerato molto vicino al leghista Angelo Ciocca.

Nel frattempo si preannuncia un fine settimana tra i big della politica, che arriveranno a Milano per sostenere i candidati governatori. Oggi arriva Pietro Grasso per sostenere Rosati. Domani Renzi per Gori e Salvini per Fontana. A febbraio Grillo e Di Battista per Violi.

Morto anche il quarto operaio intossicato nell’incidente di martedì a Lamina. Non ce l’ha fatta neanche Giancarlo Barbieri, quarta vittima del lavoro dopo suo fratello Arrigo, Marco Santamaria e Giuseppe Setzu. Oggi saranno moltissimi ad aderire alla marcia di solidarietà che partirà alle 15.30 da Piazza San Babila per arrivare davanti alla Prefettura. Un presidio che servirà a mettere sul tavolo questioni urgenti e problemi strutturali. Alla manifestazione unitaria di oggi si aggiunge anche lo sciopero dei metalmeccanici di Fim Fiom e Uilm: un’ora in tutta la Lombardia e due ore a Milano e nella zona di Rovato, qui nel bresciano, nella notte tra mercoledì e giovedì è morto un altro operaio, il diciannovenne Luca Lecci, rimasto schiacciato in un tornio mentre lavorava nell’azienda di famiglia.

Questa è Milano oggi, buona lettura.

Sugli ospedali il primo scontro delle Regionali

Alessandra Corcia e Oriana Liso, La Repubblica

Morto anche il quarto intossicato, oggi sfila la rabbia degli operai

Federica Venni, La Repubblica