le top news su Milano, 23 marzo

Buongiorno e buon caffè a tutti!

Parte dai servizi per l’infanzia la rivoluzione delle tariffe di Palazzo Marino. Il nuovo sistema riguarda i centri estivi dedicati ai bambini delle scuole dell’infanzia e delle primarie e le case vacanza del Comune. Le famiglie d’ora in poi pagheranno bollettini con cifre progressive calcolate in base a 21 scaglioni diversi di Isee. La giunta “punta a incassare 1,3 milioni in più per evitare tagli futuri ai servizi con un sistema più equo” ha spiegato la vicesindaca Scavuzzo.

Dal 19 al 23 aprile a Milano sarà “Fuori Tempo di Libri”, il primo Salone del Libro di Milano. La festa accenderà la città con una serie di eventi diffusi anche al di fuori dei padiglioni di Rho. Il sindaco Sala rinnova il suo appello di alleanza a Torino: “Due eventi a pochi giorni di distanza non hanno senso, vediamo se ci sono i margini per trovare una formula diversa per il futuro”.

Fecondazione eterologa ancora bloccata in Lombardia: nonostante i nuovi Lea prevedano il rimborso della procedura, Palazzo Lombardia prende ancora tempo. Intanto le coppie costrette ad andare all’estero preparano nuovi ricorsi e il centrosinistra in regione parla di “Immobilismo inaccettabile”.

I residenti di Città Studi hanno protestato contro il Comune preoccupati per il destino del quartiere qualora vada in porto il trasloco dell’Università Statale nelle ex aree Expo. “Gli studenti devono restare, questa zona è già in condizioni difficili, rischia di diventare un deserto urbano” spiega Marina Romanç del gruppo di cittadinanza attiva.

Questa è Milano oggi, buona lettura

Aumenti e risparmi, arriva la rivoluzione delle tariffe comunali

Alessia Gallione, La Repubblica

La festa dei Libri

Teresa Monestiroli, La repubblica 

Eterologa bloccata, la Regione aspetta le tariffe dal ministero

Alessandra Corica, La Repubblica

La rivolta di Città Studi irrompe a Palazzo Marino: no al trasloco della Statale

Elisabetta Andreis, Il Corriere della Sera