Le top news su Milano, 29 giugno

Buongiorno e buon caffè a tutti.

Prime prove di sinergia tra governo Renzi e Sala. L’occasione è determinata dalla Brexit: ieri il premier ha rilanciato il progetto proposto da Sala, ovvero creare un tax free zone nell’area Expo per intercettare i capitali che dovessero defluire dalla Gran Bretagna dopo l’uscita Ue. Il neosindaco di Milano aveva lanciato l’idea durante la campagna elettorale, ne aveva parlato con Renzi che ne era rimasto convinto. Pare quindi che la Brexit non abbia fatto altro che accelerare i tempi.

Intanto il Consiglio Comunale comincia a prendere forma: ieri è stato il giorno delle firme per i neoeletti e arrivano le rinunce di Fiorenzo Galli, direttore del Museo della Scienza e dell’ex sindaco Gabriele Albertini.

La prima seduta del Consiglio si terrà il 7 luglio.

La Lombardia volta pagina sulla legislazione della Casa, la legge approvata ieri al Consiglio prevede numerose novità: stop alle assegnazioni in deroga, non più un’unica graduatoria, ma avvisi pubblici ad hoc, tutto a patto che gli inquilini delle case popolari risiedano in Lombardia da almeno cinque anni. Il Consiglio esulta parlando di “svolta storica”, per le opposizioni di centrosinistra e per i sindacati si tratta invece di “una legge ancora insufficiente che non risolve i problemi dell’edilizia pubblica”.

Intanto l’indagine del pm Maura Ripamonti per le inondazioni causate dal Seveso nel 2014 continua seguendo due filoni. Il primo sul fronte della Regione che non ha mai realizzato i lavori di protezione dalle inondazioni di cui si parla da anni; il secondo sul fronte del Comune per le insufficienti misure di protezione civile.

La politica accoglie l’inchiesta con incredulità. “Sono curioso di leggere gli atti perché faccio fatica a individuare responsabilità” ha commentato l’ex governatore Roberto Maroni. Non commentano invece né il governatore Roberto Maroni, né l’ex sindaco Giuliano Pisapia, a parlare per loro sono gli assessori competenti Pierfrancesco Maran, all’epoca assessore all’ambiente e Viviana Beccalossi, assessore al Territorio in Regione. Entrambi hanno sottolineato i passi in avanti fatti da Comune e Regione; il M5S attacca: “è il risultato del malgoverno di centrodestra e centrosinistra e il Seveso continua a esondare”.

 

Questa è Milano oggi, buona lettura.

 

Area Expo“tax free” asse Sala-Renzi. Albertini e Galli dicono no al Consiglio

Maurizio Giannattasio, Il Corriere della Sera

Svolta sulle case popolari cambiano le graduatorie arrivano gli alloggi privati

Andrea Montanari, La Repubblica 

I due filoni sulle mancanze di Comune e Regione

Giuseppe Guastella, Il Corriere della Sera

Beccalossi: con noi sbloccati i lavori e Formigoni: leggerò gli atti.

Pierpaolo Lio, Il Corriere della Sera

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.