Le Top news su Milano – 16 marzo

Buongiorno e buon caffè a tutti, milanesi e non.

Expo si avvicina ma ancora gli alberghi milanesi non ne hanno sentito l’effetto benefico. Due letti su tre sono ancora vuoti e gli albergatori milanesi sono pronti a ridurre ulteriormente i prezzi. La causa sembra essere il forte aumento dei bed & breakfast e delle case private, affittate attraverso il web tramite servizi come Airbnb. Partono invece i test finali sulla linea 5 della metropolitana. Da oggi, infatti, i treni non si fermeranno più a Garibaldi ma al capolinea San Siro, simulando un normale servizio. L’inaugurazione della linea, che inizialmente salterà cinque fermate, è prevista per il 27 aprile. Brutte notizie invece per il maxi cantiere nella’area ex Enel di fronte al cimitero Monumentale, il progetto approvato dalla giunta Moratti che prevede la costruzioni di appartamenti, negozi, uffici, parcheggi sotterranei, un hotel e un museo. Il Consiglio di Stato ha stabilito nei giorni scorsi che l’approvazione del progetto <<è avvenuta utilizzando una procedura illegittima>>. Il richio è quindi che lo stop della giustizia amministrativa porti al blocco dei lavori, già in fase avanzata.

Buona lettura!

L’Expo non fa decollare gli alberghi. Prezzi frenati da B&B e case private

M5, via ai test finali sul tratto mancante, rivivono le piazze sventrate dai lavori. Treni per un mese fino al terminal San Siro, apertura di 5 stazioni su 10 a fine aprile

Monumentale, dal Consiglio di Stato stop al maxi cantiere nell’area ex Enel. <<Procedura illegittima>> per il piano da 30 mila metri quadrati. De Cesaris: no all’abbandono

Vai alla news

 

 

 

 

 

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.