Le top news su Milano – 11 marzo

Buongiorno e buon caffè a tutti, milanesi e non.

Oggi si parla di Expo e mobilità. Mentre Renzi annuncia la visita al cantiere 50 giorni prima dell’apertura, si fanno le prove per raggiungere il sito espositivo in biciletta. Le piste ciclabili e i cartelli sono presenti solo in parte, ma buoni segnali arrivano dai dati di BikeMi sull’utilizzo del servizio: 2,4 milioni di noleggi nel 2014, 206 stazioni attive e altre 70 in arrivo entro il primo maggio con biciclette elettriche. Allo stesso tempo continuano a scendere le immatricolazioni d’auto in città. Problemi invece per lo scooter sharing: nessuna azienda ha ancora risposto al bando del comune. Sempre in tema di trasporti, continua l’inchiesta su Ferrovie Nord: si sospetta che siano state pagate multe ai familiari dei dirigenti per 120mila euro. Mentre le inchieste sulla Regione Lombardia hanno avuto l’effetto positivo di un calo delle spese: si è infatti scesi da 1,7 milioni a 212 mila euro.

 

A meno di 50 giorni blitz di Renzi per visitare il cantiere. Il Premier arriva venerdì. Sala: “Grande stimolo per tutti, siamo obiettivamente intorno al 90% dei lavori”

Tir, cantieri e piste a metà, il pericoloso slalom in bici. Percorso di 45 minuti. Con un «imbuto» in via Gallarate. Promessi cartelli e indicazioni entro il 1° Maggio: al momento scarsi gli aiuti ai ciclisti

Milano lascia a casa l’auto: continuano a diminuire le nuove immatricolazioni. Il calo dell’1,4 % è più contenuto rispetto a quelli degli anni precedenti.

Pagate da Ferrovie Nord multe per 120 mila euro ai familiari dei dirigenti. E’ il sospetto dell’inchiesta avviata dalla Procura sulla base di un esposto interno all’azienda

Effetto inchieste sulla Regione, i consiglieri tagliano le spese. Costi scesi da 1,7 milioni a 212 mila euro. Cattaneo: più sobrietà.

Questa è Milano oggi. Buona lettura.

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.