Le top news su Milano – Venerdì 13 febbraio

Buongiorno e buon caffè a tutti, milanesi e non

chiudiamo la settimana con in primo piano la sanità lombarda. Viste le liste di attesa troppo lunghe per esami e interventi, la Asl, attraverso il suo numero uno, Walter Locatelli, ha fatto sapere che aprirà un bando affinché i centri privati possano ricevere fondi per offrire anch’essi il servizio ove le code sono troppo lunghe. Dalla sanità passiamo ai taxi, e alla manifestazione spontanea di ieri mattina contro Uber. Chiudiamo, infine, con una triste notizia: all’età di 93 anni è deceduto Livio Garzanti, figlio del fondatore della casa editrice Aldo, che tra gli altri lanciò Pier Paolo Pasolini.

Questa è Milano oggi. Buona lettura.

“Liste d’attesa troppo lunghe per esami e interventi: la Asl apre ad altri centri privati”: nel 2014 per gli esami ambulatoriali i tempi fissati dalla Regione (Fra 40 e 60 giorni) sono stati sforati in media soltanto nel 15% delle richieste; ma le punte sono molto alte.

Vai alla news

“Sciopero selvaggio anti Uber. Cento tassisti in corteo”: manifestazione spontanea da Linate al Pirellone. Ieri mattina un serpentone bianco è partito dal parcheggio dell’aeroporto alle 9.30 circa in segno di protesta contro l’applicazione Uber.

Vai alla news

“Addio all’editore Livio Garzanti. Lanciò Pier Paolo Pasolini”: il figlio di Aldo, fondatore della casa editrice, è morto all’età di 93 anni. E’ stato anche autore di vari romanzi, tra cui ‘L’amore freddo’ e ‘La fiera navigante’.

Vai alla news

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.