Le top news su Milano – Giovedì 13 novembre

Buongiorno e buon caffè a tutti, milanesi e non

ancora una volta piove, ancora una volta il Seveso esonda, ancora una volta Milano è in ginocchio. Il tempo passa, di acqua sotto i ponti, è proprio il caso di dirlo, ne continua a passare, ma la situazione è sempre la stessa, se non peggiore. Proseguono invece le indagini sul riconoscimento dei ‘mascherati’ attivi nelle case Aler, mentre ‘un’indagine informale’, è stata definita dalla Diocesi ambrosiana la richiesta fatta dalla Curia ai professori di religione, di segnalare quali fossero le scuole pro omosessuali. Infine, il 29 novembre, torna a Milano l’Hammerfest, il festival neonazista con band che inneggiano a Priebke.

Questa è Milano oggi. Buona lettura.

“La furia del Seveso, chiuse 60 scuole”: strade allagate, disagi anche per il Lambro; evacuate oltre 120 persone. Il sindaco Pisapia invita i cittadini a non utilizzare le automobili.

Vai alla news

“La rete anarchica nelle case Aler. Gli antagonisti puntano sulla casa”: da ‘No Tav’ ad ‘abitare nella crisi’. Porte marchiate e attacchi al Comune: nel 2014 sono stati sabotati 14 sgomberi.

Vai alla news

“La Curia ai professori di religione: segnalateci tutte le scuole pro omosessuali”: diventa un caso la circolare di don Rata che chiedeva di indagare su come fosse affrontato nelle classi il tema dell’omosessualità.

Vai alla news

“Milano, tornano i neaonazisti: a fine mese l’Hammerfest con le band che inneggiano a Priebke”: la città medaglia d’oro per la Resistenza si prepara a diventare ancora una volta capitale europea delle teste rasate. La data è già stata fissata: 29 novembre. Il luogo è ancora sconosciuti.

Vai alla news

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.