Le top news su Milano – Mercoledì 8 ottobre

Buongiorno e buon caffè a tutti, milanesi e non

non si placa il dibattito riguardo al riconoscimento delle nozze gay contratte all’estero. Alla richiesta del ministro Alfano di cancellarle, il sindaco Pisapia fa spallucce ed afferma: “Continueremo a trascriverle”. A proposito di sindaco, alla domanda se correrà mai per il vertice di Palazzo Marino, il segretario della Lega, Matteo Salvini, si dice possibilista “piuttosto che vedere la città conciata in questo modo”. Infine trasporti e urbanistica: partito il bando per la sponsorizzazione delle linee del metrò, si parte con la Lilla, mentre l’assessore De Cesaris ha comunicato le tre aree per i luoghi di culto.

Questa è Milano oggi. Buona lettura

“Nozze gay, Pisapia sfida Alfano”: il ministro dell’Intero ha chiesto ai prefetti di invitare formalmente i sindaci a cancellare le trascrizioni delle nozze gay contratte all’estero. Il sindaco Giuliano Piasapia, però, non ci sta: “Continueremo a trascrivere i matrimoni celebrati all’estero”.

Vai alla news

“Salvini: Candidato sindaco? Se me lo chiedono lo faccio”: il segretario della Lega si dice disponibile a correre per il vertice di Palazzo Marino: “Piuttosto che continuare con Pisapia e vedere la città conciata in questa modo”.

Vai alla news

“Stazioni del metrò sponsorizzate: la linea 5 parte per prima e pubblica il bando”: Si può dare il proprio nome a tutta linea, a una o a tutte le 19 stazioni della linea Lilla, oppure personalizzare con il proprio marchio le fermate. Il Consorzio Metrò 5 è pronto a gestire l’operazione per conto di Palazzo Marino, e nei prossimi giorni Atm indirà il bando per le altre linee. I soldi saranno reinvestiti nel trasporto pubblico.

Vai alla news

“Moschee, ecco le tre aree”: l’assessore all’Urbanistica De Cesaris ha comunicato i luoghi che saranno inseriti nel bando comunale: via Marignano, via Sant’Elia, e l’edificio dismesso di via Esterle, già usato ora per la preghiera islamica.

Vai alla news

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.